Contadini

Coltivare oggi. Un atto d’amore verso la Terra

Ormai numerosissimi studi scientifici hanno dimostrato che l’agricoltura e l’allevamento industriale sono dannosi per il nostro pianeta.

Non ci sono più scuse. La monocoltura, la produzione massiva, gli allevamenti intensivi e l’enorme traffico di alimenti nel mondo creano un inquinamento che raggiunge quasi il 20% di tutte le emissioni di CO2 nel mondo.

L’alternativa esiste
ed è l’agricoltura locale,
sostenibile e
rispettosa della terra.

E’ l’agricoltura rigenerativa e pulita, libera dai pesticidi e dai diserbanti, dai concimi azotati e dalle lavorazioni intrusive.

Cresco - Future is Nature

Coltivare oggi.
Un atto d’amore
verso la terra

Vogliamo poterci spingere oltre il biologico, oltre il processo chimico di guarigione, oltre la visione semplicistica e ristretta.
Ragionare in termini di Agroecologia, sull’ equilibrio sistemico complesso della natura, la biodiversità funzionale, l’integrazione dell’agricoltura con gli ecosistemi che le stanno attorno.
Coltivare oggi, è un atto d’amore verso la terra, l’unica grande maestra di vita che abbiamo.

Coltiviamo più di 120 varietà di orticole di ogni specie e forma. Il mondo del vegetale è infinito, e i gusti esistenti poco conosciuti, sono tantissimi.
Produciamo anche una farina di mais ‘bastarda’, nata da un progetto di miscuglio di varietà locali, coltivate senza irrigazione, e in perenne evoluzione.

Nel tempo, ci piacerebbe aumentare ancora la diversità di quello che coltiviamo, includendo alberi da frutto e cereali un tempo molto diffusi in queste zone, come ad esempio la segale e varietà di grano particolarmente adatte ai climi montani.